ConTatto

Pratiche per Rallentare

       

Yoga



Sadhaka

progetto intensivo di Yoga




Lo Yoga aiuta a sentirsi più presenti, sviluppa una buona postura, aiuta la respirazione e calma l'emozioni e i pensieri. Tuttavia lo yoga ha un obiettivo diverso dai benefici che si ottengono dalla pratica. Il fine dello Yoga è di portare il praticante a vivere costantemente in uno stato di pace, serenità e gioia.
Ogni persona si avvicina allo Yoga in modo personale, per un preciso fine e nella sua relazione con la materia può essere che accada una trasformazione e che il fine si allarghi sempre di più, così la pratica prende un significato differente e diventa un vero e proprio strumento di ricerca.
ConTatto da la possibilità a chi ricerca questo fine, di seguire una proposta dedicata, chiamata Sadhaka.


Sadhaka I prevede

* incontro teorico sulla teoria dei chakra: sabato 29 settembre 16:00-18:00
* 12 incontri pratici esclusivi
* 2 incontri individuali


introduzione teorica

 

simbolismo e localizzazione










In questo incontro tratteremo i concetti principali che servono come strumento di pratica: funzionamento energetico, nadi, kundalini, i chakra (dove sono, che riflesso fisiologico hanno, che simbologia li rappresenta).


12 incontri esclusivi

 

pratica e condivisione



In questi 12 incontri, che si svolgeranno da ottobre a dicembre 2018, passeremo in rassegna le pratiche volte a percepire, stimolare e riequilibrare i 6 chakra principali. Sarà l'occasione per sviluppare la consapevolezza della relazione che ho con ogni centro energetico, sviluppando così la coscienza sugli aspetti della mia quotidianità che possono essere collegati con il mio corpo energetico.


2 individuali

 

unicità della propria strada



Faremo due incontri individuali, uno all'inizio e uno alla fine del ciclo di incontri, volti a focalizzare il proprio obiettivo di pratica, cosa sto cercando sulla strada dello yoga e in che piano della mia vita ho più bisogno di ottenere un cambio marcia. Le modalità di sviluppo di questi incontri possono essere molto vari a secondo del bisogno del praticante. L'intenzione è di migliorare la qualità della vita, nella percezione del corpo, del mentale e nelle relazioni con le altre persone.


Sadhaka II

 

secondo ciclo di 12 incontri





In questo ciclo di incontri, che si svolgeranno da gennaio 2019, possono accedere tutti i praticanti che hanno partecipato al primo ciclo. Andremo a sviluppare la pratica del kriya yoga, esercizi strutturati e tramandati dalla tradizione volti al risveglio della kundalini.


Lo Yoga è una pratica di consapevolezza e di equilibrio tra mente e corpo, entrambe le cose non sono valutabili, pertanto i corsi di ConTatto non prevedono suddivisioni in livelli.
Il progetto Sadhaka, che in sanscrito significa praticante, vuole rispondere al bisogno di quegli allievi che si sentono aperti a ricevere altre qualità dallo Yoga e che decidono di dedicarsi di più alla pratica.

Ovviamente ci sono esercizi impegnativi che richiedono una maggiore esperienza ma nulla vieta un loro approccio, rispettando l'unicità della persona. Non è nel compiere asana complesse che è possibile determinare quanto stiamo ricevendo dallo Yoga.
Ricordiamo che il fine della pratica non è una posizione da contorsionista bensì uno stato dell'essere, che spesse volte proprio se la pratica è incentrata sul solo aspetto estetico diventa irraggiungibile e nel praticante rimangono salde le modalità competitive e giudicanti tipiche di alcuni aspetti della nostra società.

Sadhaka I si svolge da ottobre a dicembre
Sadhaka II da gennaio a marzo, può partecipare solo chi ha già frequentato il primo ciclo.

Conduce Annalisa Oscari.