ConTatto

Pratiche per Rallentare

Adhomukha svanasana

adhomukha
Adhomukha svanasana è una delle posizioni classiche dello Yoga.
La si può trovare facilmente in qualsiasi sequenza dinamica (ad esempio in Suryanamaskar) e porta il corpo dalla posizione verticale verso terra.

Nell'asana il corpo disegna una montagna, un triangolo o un cane che guarda in basso, a seconda della tradizione dell'immaginazione di ognuno.
É una posizione semplice che nasconde tanti punti importanti che se consapevoli favoriscono l'efficacia della postura e ancor di più l'insegnamento Sthira sukkham asanam di Patanjali.

Le mani sono larghe come le spalle per poter scaricare il peso a terra e non trattenerlo nella zona scapolare.
I piedi sono larghi come le anche (tra i due piedi c'è lo spazio di un altro nostro piede) così da non bloccare la zona sacrale.

Dalla posizione di chakravakasana (il gatto) sollevo le ginocchia e dirigo la schiena verso le gambe per far si che che le braccia e il tronco si trovino sulla stessa linea, come il lato di una montagna.
All'inizio della pratica si appoggiano i piedi solo sul avampiede, lasciando i talloni sollevati.
Fletto le ginocchia e mi accorgo che subito il tronco e il bacino acquistano maggior mobilità.

Il centro dell'attenzione è al bacino che ha bisogno di ruotare in anteroversione.
In ultimo ruoto lo sguardo alle ginocchia.
La linea braccia-schiena-bacino deve restare il più possibile allungata.
Da terra con le mani spingo verso l'alto e tutta la colonna vertebrale si allunga verso il sacro e oltre.

L'azione principale di Adhomukha svanasana è a livello toracico, le scapole si avvicinano dando energia e vigore a tutta la cassa toracica e quindi alla capacità respiratoria di questa zona.
Senza variare l'allineamento ottenuto e a seconda della flessibilità della muscolatura posteriore del corpo, posso iniziare ad allungare le gambe fino ad avere le ginocchia distese e i talloni a terra.
Questo però non deve compromettere l'azione della posizione sulla fascia toracica.

É una posizione semplice e praticabile da tutti, con tanti punti di attenzione che la rendono preziosa nella pratica di sensibilità del corpo e degli assi posturali.
Sviluppa il tono posturale e la flessibilità di tutta la catena muscolare posteriore del corpo.
Calma i pensieri e regolarizza il respiro.